Al Nicolis una copia delle Hasselblad usate sulla Luna

20 Luglio 2019

VERONA. 50 anni dalla clamorosa impresa traguardo epocale per l’umanità. Il 20 luglio 1969 il modulo lunare Eagle con a bordo gli astronauti della missione Apollo 11, Neil Armstrong e Buzz Aldrin, si posa sulla superficie della Luna. La storica camminata dei due astronauti è però avvenuta il 21 luglio alle 4.56 italiane ed è stata documentata, minuto dopo minuto, grazie alle migliori tecnologie disponibili all’epoca. Tra queste, alcune fotocamere Hasselblad, azienda svedese fondata nel 1841, appositamente modificate per resistere alle alte temperature, alle vibrazioni e alla minore forza di gravità.

Al Museo Nicolis di Verona, sempre al passo con i tempi, è esposta una rara Hasselblad 553 Elx ’25 Years on the Moon’ Limited Edition del 1994, creata per celebrare i 25 anni dallo sbarco. Come l’originale, lasciata sulla Luna, anche questa ha un obiettivo Zeiss Planar 80mm f/2.8. Le Hasselblad utilizzate pare siano state lasciate sul suolo lunare, forse per alleggerire l’equipaggio durante il viaggio di ritorno. Tutt’ora le fotocamere Hasselblad dovrebbero essere ancora sulla Luna.

Al Museo Nicolis c’è un’imperdibile collezione di macchine fotografiche che ripercorrono la storia dell’immagine: dalla lanterna magica alle leggendarie Leica utilizzate dai più grandi fotografi. Con circa 500 elementi conservati in perfetto stato, il Museo Nicolis racconta l’evoluzione sociale e culturale che questo oggetto iconico ha saputo trasmettere, creando ogni volta nuovi modi di immortalare eventi salienti e accadimenti storici degli ultimi secoli.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!