Una vita per l’arte: mostra su Luciano de Gironcoli

2 Settembre 2015

CORMONS. Sarà inaugurata venerdì 4 settembre alle 18.30 nelle sale del Museo Civico del Territorio – Palazzo Locatelli di Cormons la mostra “Il senso circolare dell’arte. Luciano de Gironcoli. Opere 1962/1972-2005/2015”, una manifestazione organizzata dal Comune di Cormons – Assessorato alla Cultura – in collaborazione con la Biblioteca statale isontina, il patrocinio della Provincia di Gorizia e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e della Camera di Commercio.

Luciano de Gironcoli 29La mostra propone un’originale visione antologico-storica di oltre 150 opere, molte delle quali inedite, esposte in un doppio percorso unitario di movimento e evoluzione, fatto di entrate e uscite in sperimentazioni e cicli tematici. Uno visione ampia del lavoro di uno degli artisti fra i più significativi del territorio, noto anche oltre i confini regionali e nazionali. Una panoramica ampia illustrata da dipinti, disegni e grafiche, scelte dallo stesso Luciano de Gironcoli nell’intimità del suo studio, per narrare i primi e gli ultimi dieci anni della sua intensa carriera che ha superato il mezzo secolo. Un excursus che ha come filosofia portante la riflessione e la creatività pittorica quali frutti di un pensiero originale in continua evoluzione, nel segno della circolarità temporale.

Nelle sale del Museo Civico saranno dunque visibili le opere degli esordi, dal 1962 al 1972, e quelle più recenti e mai viste, dal 2005 al 2015. Fra le originalità della manifestazione la progettazione da parte dell’artista di due percorsi di visita: il primo “Verde” di impronta storica, propone un excursus cronologico tout court, dagli esordi alle ultime opere. Il secondo “Arancio” antistorico, per comprendere à rebours, dall’oggi gli anni giovanili della formazione. I temi e soggetti, così come le tecniche, sono diversi nella coerenza stilistica sempre riconoscibile sin dalle prime prove di paesaggio urbano, elaborato attraverso un processo di astrazione, per passare alle figure immerse nelle notti friulane, e ancora dalle opere dominate dal segno e dalla vivacità cromatica pura, alle sperimentazioni più recenti.

Luciano de Gironcoli 53Nella mostra, come si è detto ci sono anche gli inediti del ciclo “Aria di Teatro”: disegni, guazzi e collage, gli ultimi lavori di Luciano de Gironcoli. Opere di formati diversi che raccontano, attraverso le maschere della commedia dell’arte e i personaggi del teatro delle marionette, la metafora della condiziona umana. A queste ultime sperimentazione tematiche e formali si aggiungono anche gli originali omaggi dell’artista agli autori da sempre riferimento nella sua formazione e riproduzione, fra i quali Francisco Goya e Joseph Cornell.

La mostra è corredata da un catalogo a colori con testo di Francesca Agostinelli pubblicato in italiano e inglese. Fra le originalità del progetto espositivo, il commento sonoro del musicista cormonese Mauro Bon. Le composizioni contemporanee di Bon accompagneranno il visitatore, creando un’atmosfera unica per la visione soprattutto delle opere collocate nelle sale al secondo piano del Museo. A corollario della mostra è stato predisposto un calendario di eventi collaterali di approfondimento in programma al Museo Civico sempre con inizio alle 18. Il primo appuntamento domenica 27 settembre con “Incontro con l’artista Luciano de Gironcoli”, seguito da una visita guidata dell’autore alla mostra. Sabato 10 ottobre “Conversazione con l’autore”, Francesca Agostinelli dialogherà con Luciano de Gironcoli. Infine domenica 25 ottobre il finissage con “Incontro con l’artista Luciano de Gironcoli”, seguito da visita guidata.

Dopo le personali di Ignazio Doliach, Sergio Altieri, Roberto Cantarutti, Roberto Kusterle, e la collettiva di Luciano Martinis, Giovanni Pacor, Enzo Valentinuz e altre manifestazioni dedicate a esponenti del mondo artistico cormonese e isontino, con la mostra di Luciano de Gironcoli il Comune di Cormons – Assessorato alla Cultura – completa il progetto intrapreso di valorizzazione e diffusione della conoscenza dell’arte espressa da autori del territorio. Autori scelti fra coloro che hanno saputo essere ambasciatori della cultura e delle peculiarità del territorio in tutta la regione Friuli Venezia Giulia e oltre i confini nazionali.

La mostra di de Gironcoli, curata nell’organizzazione generale da Daniela Lorena Fain, responsabile Servizio Attività Culturali del Comune di Cormons, resterà aperta con ingresso gratuito dal 4 settembre al 25 ottobre, da giovedì a sabato dalle 16 alle 19, domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Il catalogo sarà disponibile in mostra. Tutte le manifestazione sono a ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!