Una rarità di Mozart

10 Marzo 2014

MONFALCONE. La stagione musicale del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, mercoledì 12 marzo alle ore 20.45, con un concerto che vede protagonista la sezione dei fiati dell’Orchestra di Padova e del Veneto, integrata per l’occasione da un violoncello e un contrabbasso. A dirigerla è Michele Carulli, che dopo una brillantissima carriera di strumentista (clarinetto solista alla Scala di Milano) ha sviluppato un’importante attività come direttore con l’Orchestra della RAI di Torino e in Germania (è stato direttore dello Staatstheater di Saarbrücken).

I Fiati dell'OPVIl programma del concerto propone un grandissimo capolavoro di raro ascolto, la Serenata “Gran Partita” K 361 per tredici strumenti a fiato di Mozart: una composizione che travalica gli ambiti della pratica serenatistica dell’epoca (la tradizione dell’Harmonie-Musik) per raggiungere uno spessore quasi sinfonico, che ha attirato molti grandi direttori del nostro secolo (da Klemperer a Harnoncourt). Una pagina nota al grande pubblico per essere stata inserita dal regista Miloš Forman nella colonna sonora del celebre film Amadeus (è la musica che suscita l’invidia e l’ammirazione di Salieri).

Ad anticipare Mozart, nella prima parte del concerto, la Serenata op. 44 di Dvořák (per nove strumenti a fiato, violoncello e contrabbasso), fra le composizioni più popolari dell’autore. Opera particolarmente felice, questa Serenata viene composta da Dvořák nel 1878, dopo l’affermazione e il successo conseguiti in Germania grazie all’amicizia e al sostegno di Brahms.

Michele Carulli

Michele Carulli

Costituitasi nel 1966, l’Orchestra di Padova e del Veneto si è affermata, nel corso di oltre quarant’anni di attività, come una delle principali orchestre da camera italiane nelle più prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero. Formata sulla base dell’organico del sinfonismo “classico”, è stata diretta, fra gli altri, da Peter Maag, il grande interprete mozartiano ed ha collaborato, nella sua lunga vita artistica, con i nomi più insigni del concertismo internazionale (Accardo, Ashkenazy, Bashmet, Hewitt, Rostropovich e Ughi, per citarne soltanto alcuni).

I biglietti per il concerto sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro (da lunedì a sabato, ore 17-19), l’agenzia Ticketpoint di Trieste, la Libreria Antonini di Gorizia, l’ERT di Udine e on line sul sito www.pointticket.it. La Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664) accetta prenotazioni telefoniche.

L’Orchestra di Padova e del Veneto torna a impreziosire il cartellone musicale monfalconese martedì 25 marzo, diretta da Maffeo Scarpis. Il concerto sostituisce quello della FVG Mitteleuropa Orchestra (previsto per mercoledì 19 marzo), che è stato annullato per cause di forza maggiore. Confermata la presenza dei pianisti Lorenzo Cossi e Gloria Campaner e il programma del concerto, primo appuntamento di un ciclo triennale dedicato all’Integrale dei Concerti per pianoforte e orchestra di Beethoven.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!