Quando la scuola fa teatro

20 Maggio 2015

MONFALCONE. Compie dieci anni Teatro di voci, il progetto dedicato al teatro e al coro promosso dall’Ente Regionale Teatrale, nell’ambito delle attività di teatroescuola, con il sostegno e la collaborazione dell’USCI Unione delle Società Corali del Friuli Venezia Giulia. A conclusione di un lungo percorso di lavoro, venerdì 22 maggio alle 17.30, i bambini dei cori scolastici delle scuole primarie “Marinelli” di Morsano al Tagliamento, “Leopardi” di Villa Vicentina e “Largo Isonzo” di Monfalcone saliranno sul palcoscenico del Teatro comunale di Monfalcone per mettere in scena “Thule”, storia scritta da Michele Polo che trae ispirazione dall’antica omonima leggenda, con l’accompagnamento musicale di Patrizia Dri al pianoforte e Pietro Liut, Alberto Sacchet e Thomas D’Errico alle percussioni.

Teatro di Voci 4Lo spettacolo è il frutto di un lungo percorso collettivo inaugurato a febbraio con l’incontro con la geografa Nadia Carestiato dell’Università di Udine, che ha suggerito ai ragazzi strumenti e coordinate per il loro viaggio. Accompagnati dai loro insegnanti e dagli operatori Michele Polo e Valentina Rivelli per la parte teatrale, e Denis Monte per la parte musicale, i tre cori approdano ora alla messa in scena finale dando vita con voce e corpo ad uno spettacolo che fonde diversi linguaggi. I ragazzi, infatti, hanno lavorato sia sull’aspetto musicale e corale sia su quello teatrale e narrativo della storia.

Teatro_di_Voci 14Il progetto Teatro di Voci nasce nel 2005 come progetto di educazione all’uso della voce, al canto corale e all’utilizzo del coro in forma teatrale, con l’obiettivo di far vivere ai ragazzi una forte esperienza collettiva attraverso la musica. L’aspetto più innovativo e sperimentale del progetto è quello di non proporre semplicemente l’abbinamento dei due linguaggi – quello teatrale e quello vocale – ma esplorare la loro compenetrazione. L’incontro fra coro e palcoscenico appare scontato: il coro che sale sul palco lo fa, ovviamente, per cantare; l’attenzione è posta sulla voce e il risultato finale della performance rimane legato quasi esclusivamente alle potenzialità espressive della voce cantata. Aspetti quali presenza scenica, rapporto con lo spazio, forza comunicativa di sguardi e movimenti, rimangono a margine, confina­ti al massimo nello sforzo di mantenere una corretta postura per una corretta emissione della voce. Teatro di Voci nasce, quindi, dalla riflessione condivisa dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia e dall’USCI Friuli Venezia Giulia per creare un terreno di ricerca fertile e stimolante nel quale i bambini possano giocare e sperimentare, non solo con la propria voce ma anche con il proprio corpo.

Per maggiori informazioni su tutte le attività per le scuole e l’infanzia dell’Ente Regionale Teatrale visitare i siti www.ertfvg.it e www.blogteatroescuola.it.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!