Poesia e letteratura tornano a Duino dal 24 al 29 giugno

23 Giugno 2015

DUINO. Si rinnova l’appuntamento con il festival di poesia e letteratura Residenze Estive, in programma a Duino dal 24 al 29 giugno. Fil rouge della 16a edizione il tema ‘cambiamenti’, che sarà protagonista dei seminari mattutini all’Auditorium del Collegio del Mondo Unito. “Viviamo in un mondo in rapida trasformazione, in cui le linee di tendenza muovono e stracciano confini storicamente fissati, oppure alzano nuovi muri e nuove barriere – spiega l’ideatrice Gabriella Musetti –; non è possibile non tener conto dei conflitti e delle criticità che osserviamo e in cui siamo tutti coinvolti. Ai cambiamenti della società si intersecano i cambiamenti che avvengono in tutti noi nel corso della vita, magari evidenziati nei passaggi d’età o da una malattia. Vulnerabilità e al contempo occasione. Un tema, il cambiamento, a mio avviso centrale, e sulle sue molteplici direttrici di riflessione andremo ad interrogarci”.

Invariata la formula della manifestazione che, attraverso la contaminazione di linguaggi, visioni e prospettive differenti, crea occasioni di confronto e scambio fra poeti, scrittori e artisti di diverse tendenze, mediante rapporti formali e non. La sua peculiarità è infatti la residenzialità “aperta” degli ospiti che soggiornano per cinque giorni nelle strutture annesse al Collegio del Mondo Unito e incontrano il pubblico durante i reading, i seminari e le performance, ma anche nell’informalità di momenti conviviali.

Nella serata di apertura poeti triestini e friulani – Maurizio Benedetti, Cristina Micelli, Fulvio Segato, Sandro Pecchiari – metteranno a confronto, con toni ironici e riflessivi, le diverse anime della regione nel reading in dialetto “Non siamo pronti per la Jota”, cui seguirà l’intervento di Claudio Grisancich. In collaborazione con Espansioni, la sera di giovedì 25 si terrano letture a cura delle poete Ginevra Sanfelice Lilli, Anna Maria Robustelli, Felipe Camacho, Francesco Tomada, Marina Moretti e Floriana Coppola. Giorgio Luzzi, Loredana Magazzeni, Leila Falà, Ida Travi e Marco Marangoni, saranno invece protagonisti del reading di sabato 27.

Ma non mancano neppure quest’anno “sconfinamenti” fuori Trieste. Venerdì 26 Residenze Estive si trasferirà in Slovenia con la visita al centro culturale di Kamna Gorica e con passeggiate e letture sul Lago di Bled e sulla Sava; mentre domenica 28 è prevista una serata a Grado con letture poetiche di Loredana Marano, Antonella Barina, Luigi Cannillo, Roberto Ferrari, Maria Sanchez Puyade, Patrick Williamson.

Incontri, letture e presentazioni sono gratuiti e aperti al pubblico. Organizzazione a cura dell’associazione Associazione&Rivista Almanacco del Ramo d’Oro, 
con la collaborazione di: Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, Società Italiana delle Letterate, Espansioni – percorsi di creatività delle donne, Associazione & Rivista LeggereDonna
, Vita Activa Editoria, Casa Internazionale delle Donne Trieste.

PROGRAMMA COMPLETO

MERCOLEDÌ 24 GIUGNO
ore 18 passeggiata sul Sentiero Rilke con letture libere
ore 20 – Studio MIMA (Visogliano n.1, Duino Aurisina) “Non siamo pronti per la jota”. Poeti friulani e triestini a confronto sulle diverse anime della nostra terra. Testi in friulano, triestino e italiano dai toni ironici e riflessivi. Di e con Maurizio Benedetti, Cristina Micelli, Fulvio Segato, Sandro Pecchiari. Atmosfere sonore di Sandro Carta. A seguire Claudio Grisancich, Vita e scrittura. Spunti liberi per un incontro. In collaborazione con Casa C.A.V.E. Contemporary Art Visogliano Vizovlje Europe

GIOVEDÌ 25 GIUGNO
ore 9.40 – Auditorium del Collegio del Mondo Unito (Duino) Sergia Adamo (Univ. Trieste): Cambiare genere: pratiche teorie, narrazioni. Melita Richter (sociologa): ll cambiamento stava nella loro voce, nelle parole che pronunciavano. Riflessione sull’approccio femminista alla giustizia (dal Tribunale delle donne di Sarajevo 2015). Gisella Modica (SIL): Narrazione esperienziale di trasformazione del corpo e dei luoghi/paesaggio.
ore 16 – Giardino di Villa Lucchese, Collegio del Mondo Unito (Duino). Presentazioni di libri: Ida Travi, Poetica del basso continuo (Moretti &Vitali 2015).Il Festival Internazionale Itinerante di Poesia Acque di Acqua raccontato da Francesco Tomada. Giuseppe Nava, L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre ligue minoritarie tra Novecento e Duemila, a cura di M. Cohen, V. Cuccaroni, G. Nava, R. Renzi, C. Sinicco (Gwynplaine edizioni 2014).
ore 19.30 – Giardino di Villa Lucchese, Collegio del Mondo Unito (Duino). Letture poetiche con: Ginevra Sanfelice Lilli, Anna Maria Robustelli, Felipe Camacho, Francesco Tomada, Marina Moretti, Floriana Coppola. Intermezzi musicali di Federico Rossignoli alla chitarra rinascimentale. In collaborazione con Espansioni – Percorsi di creatività delle donne

VENERDÌ 26 GIUGNO
ore 8.30 – partenza per la Slovenia; ore 10 – passeggiatata al Lago di Bled; ore 12.30 – Kamna Gorica visita al centro culturale “La casa de Kamna”; ore 16 – passeggiata lungo la Sava letture libere

SABATO 27 GIUGNO
ore 9.40 – Auditorium del Collegio del Mondo Unito (Duino). Tra immagine e memoria. Giuliana Misserville (Presidente SIL): Da vecchie signore indegne a sovrane. Immagini del femminile. Luisa Ricaldone (Univ. Torino, SIL): Non ricordo le parole, non ricordo i ricordi: narrare l’Alzheimer. Floriana Coppola (SIL): La poesia come traccia mnemonica e sincretica della scrittura autobiografica. Gabriella Musetti (SIL): Laboratorio di scrittura sull’autobiografia: mappare i cambiamenti. Con Giuliana Pregellio, Mariaelena Porzio, Marina Lenzari, Silvana Lampariello Rosei, Hèléne Stavro, Lucia Starace, Carmen Gasparotto, Alda Rosaldi.

ore 16 – Giardino di Villa Lucchese, Collegio del Mondo Unito (Duino). Presentazioni di libri: Luigi Cannillo, La galleria del vento, (La vita felice 2014). Fil rouge. Antologia di poesia sulle mestruazioni, a cura di L. Magazzeni e A. Barina (CFR 2015). Ana Cecilia Prenz, work in progress, Cruzando el rio in bicicleta in italiano.
ore 19 – Antico Caffè San Marco (Trieste). Letture poetiche di: Loredana Magazzeni, Leila Falà, Ida Travi, Giorgio Luzzi, Marco Marangoni. In collaborazione con il Festival Itinerante Internazionale di Poesia&Musica “Acque di Acqua” e l’Associazione Cultura Globale

DOMENICA 28 GIUGNO
ore 9.40 – Auditorium del Collegio del Mondo Unito (Duino). Antonella Barina (giornalista): La lingua svelata. Aggiornamento sullo stato del Patto per un uso non sessista della lingua italiana nell’informazione. Ester Pacor (storica): Cambiamenti di prospettiva nel fare delle donne. Espansioni: percorso che mette in rete la creatività nelle diverse arti, traccia e raccoglie memorie disperse. Il caso di Marica Nadlišek-Bartol, direttore di “Slovenka”, primo giornale delle donne slovene pubblicato la prima volta come supplemento dell’Edinost nel 1897. Bia Sarasini (SIL): E gli usignoli cantarono. Riconoscere il nuovo, un’impresa per i nostri tempi.
ore 16 – Giardino di Villa Lucchese, Collegio del Mondo Unito (Duino). Presentazioni di libri: La tesa fune rossa dell’amore. Madri e figlie nella poesia femminile contemporanea di lingua inglese, a cura di L. Magazzeni, F. Mormile, B. Porster, AM. Robustelli, (La vita felice 2015). Giorgio Luzzi, Troppo tardi per Santiago, (Aragno 2015). Notturni di versi – Piccolo Festival della Poesia e delle Arti notturne, raccontato da Roberto Ferrari e Piero Simon Ostan, con una conversazione su Alberi binari, di Roberto Ferrari (Qudu 2015).
ore 21 – Giardini Marchesan (Lungomare Nazario Sauro, Grado) letture poetiche a cura di Loredana Marano, Antonella Barina, Luigi Cannillo, Roberto Ferrari, Maria Sanchez Puyade, Patrick Williamson. In collaborazione con Pro Loco Grado, Associazione AteV. Con il Patrocinio del Comune di Grado

LUNEDÌ 29 GIUGNO
ore 9.40 – Auditorium del Collegio del Mondo Unito (Duino) presentano e commentano variamente Giulia Ciarpaglini e Alba Piolanti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!