Non mi concedi il prestito? E io seduco tua moglie…

19 Febbraio 2015

CORDENONS / MONFALCONE. Frasi e battute agili, scrittura colloquiale, situazioni divertenti, personaggi con spessore, cambiamenti imprevisti, queste sono le caratteristiche della scrittura teatrale del catalano Jordi Galceràn, autore de Il Prestito, pièce che andrà in scena per il Circuito ERT domenica 22 febbraio all’Auditorium Aldo Moro di Cordenons alle ore 21 e martedì 24 e mercoledì 25 febbraio al Teatro Comunale di Monfalcone (ore 20.45). Lo spettacolo, diretto da Giampiero Solari, è interpretato da Antonio Catania e Gianluca Ramazzotti.

Il prestito 1Il prestito, la nuova commedia di Jordi Galceràn (Il Metodo e Parole incatenate), è attualmente in scena con uno strepitoso successo contemporaneamente a Madrid e Barcellona ed è stata già tradotta in quattro paesi a pochi mesi dal suo debutto mondiale. In questa versione italiana, Antonio Catania e Gianluca Ramazzotti sul palco “combattono” a suon di risate e colpi di scena su di un tema, quello della crisi mondiale, in cui Galceràn ci fa sorridere ma anche riflettere sul valore che diamo ai soldi e agli esseri umani in un momento difficile come quello che tutto il mondo sta attraversando.

La situazione iniziale è abituale e apparentemente banale: un uomo cerca, in maniera onesta, di ottenere da una filiale bancaria un piccolo prestito assolutamente necessario per andare avanti con la sua vita. Non ha né proprietà né garanzie, può offrire soltanto la sua ‘parola d’onore’ per assicurare la restituzione del denaro. Il rifiuto del direttore della filiale pone i due uomini in una situazione delicata e allo stesso tempo esilarante. La reazione dell’uomo che chiede il prestito è quella di minacciare (con assoluta serenità) il direttore della banca di sedurgli la moglie. A partire da quel momento la situazione si rovescia varie volte fino ad arrivare a un finale inaspettato.

Maggiori informazioni chiamando il Centro Culturale Aldo Moro (0434 932725), la biglietteria del Teatro Comunale di Monfalcone (0481 494664) e visitando il sito www.ertfvg.it .

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!