“Mi chiamo Erik Satie…” approda a Palazzo Tadea

5 Dicembre 2015

SPILIMBERGO. Per il ciclo “Serate Musicali a Palazzo Tadea”, Domenica 6 dicembre alle 18 sarà di scena il concerto “MI CHIAMO ERIK SATIE COME CHIUNQUE”, un omaggio in parole e musica nel 150° anniversario della sua nascita (1866/2016). L’introduzione sarà compito di David Giovanni Leonardi, cui farà seguito l’esibizione di Barbara Rizzi al pianoforte, accompagnata da Carla Manzon, voce recitante. Testi e musica sono ovviamente di Erik Satie. Ingresso libero.

duoSpiega Ornella Volta, Presidente degli Archives de la Fondation Erik Satie a Parigi: “Per aiutare il suo interprete a immergersi in un’atmosfera adeguata allo spirito delle sue composizioni, Erik Satie usava inserire tra i pentagrammi dei testi onirico-umoristici che tuttavia vietava di leggere ad alta voce durante l’esecuzione musicale, al fine di non turbarne l’ascolto. Questo divieto ha messo in crisi legioni di pianisti, combattuti tra il rispetto dovuto alla volontà del compositore e il desiderio di non privare il pubblico della conoscenza di questi testi, complementari delle composizioni che accompagnano, ma anche affascinanti di per sé, al di fuori di ogni relazione musicale. Lo spettacolo dal felicemente enigmatico titolo, Mi chiamo Erik Satie come chiunque, ideato e interpretato dalla pianista Barbara Rizzi con il concorso dell’attrice Carla Manzon, propone una brillante soluzione di questo perturbante problema, grazie a una lettura intelligentemente mirata del testo relativo a ogni composizione immediatamente prima dell’interpretazione pianistica…”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!