Magia della Sand Art

16 Luglio 2013

PORDENONE. Si comincia con le letture per i piccoli, mercoledì 17 luglio all’Estate in Città del Comune di Pordenone, alle 17 nello Spazio morbido della Biblioteca e si prosegue con narrazioni, sport, arte teatro musica e cinema.

Proseguono nel Museo Archeologico le letture tematiche, ispirate dalle sale via via prescelte, in collaborazione con l’attrice Carla Manzon. Mercoledì 17 luglio alle 18 l’ambientazione che farà da scenografia e da spunto tematico sarà la sala 14 del Museo, dove è stato ricreato il contesto di un bosco sacro stilizzato, che ospita alcuni ex voto preromani relativi ad aree cultuali. Il tema affrontato con la lettura di diversi brani letterari è quindi quello del bosco, che nell’immaginario comune si presenta con connotati che spaziano tra un’idea positiva (spazio riposante, rigoglioso, incontaminato) e una negativa (luogo oscuro e misterioso, impenetrabile, inquietante e ostile). Ingresso libero

Due i laboratori creativi in programma. Alle 18.30 all’Officina dell’arte la Fondazione Bambini e Autismo onlus propone il laboratorio di mosaico, dedicato al mosaico bizantino. Alle 20.30 nella saletta incontri del Convento di San Francesco Pietro Disegna conduce il laboratorio creativo dedicato al colore in pittura, approfondendo emozioni, intelletto e istinto in Van Gogh, De Chirico, Picasso. La partecipazione è libera. Per prenotazioni e informazioni scrivere a formazione@soundslike.it, oppure telefonare al 340 9247735.

Alle 21.30 va in scena all’arena verde del Castello di Torre nell’ambito dell’Estate in Città ( dove verrà replicato tutte le sere fino al 21 luglio) il nuovo spettacolo dei Papu, Fratelli Unici. Il biglietto, acquistabile anche in prevendita ai Pnbox Studios (dove, dopo lo spettacolo, è possibile cenare assieme agli attori) è di 10 €, ridotto 5. Info: redazione@pnbox.tv, 0434/551781.

Visioni sonore – rassegna all’interno del calendario di Estate in città del Comune di Pordenone – propone mercoledì 17 al chiostro di San Francesco un suggestivo appuntamento con la Sand Art di Massimo Racozzi e Fabio Babich (Ideart Group) musicata dal vivo da Marco Fumis e Clarissa Durizzotto. Musica, un proiettore, un tavolo luminoso, della sabbia, e quattro mani che disegnano. Questi gli ingredienti attraverso i quali le suggestioni dell’illustrazione animata e della musica daranno vita ai racconti “Carico Sospeso” e “La Mia Africa”: delle performance in cui la sabbia interviene in tempo reale attraverso le sue sorprendenti apparizioni nelle note della straordinaria improvvisazione jazz di chitarra e sassofono per creare storie, mondi e scenari. Il primo è la storia d’amore tra la musica, un padre e un figlio; il secondo narra il pazzo ricordo di un pastore africano. Inoltre verrà proposto un terzo racconto ideato e creato nel corso della serata, unendo l’improvvisazione dei musicisti a quella degli artisti.

Massimo Racozzi e Fabio Babich sono due giovani artisti che hanno sviluppato la pittura istantanea con la sabbia e ne hanno tratto un linguaggio che si nutre di una tecnica raffinata, invenzione e poesia. Molto attivi anche nel cortometraggio animato in Stop-Motion, assieme al gruppo di produzione “Editart”, hanno realizzato tra le altre cose video musicali per l”Heart Live Tour 2009” della cantante Elisa. Insieme a loro la chitarra di Marco Fumis e il sassofono di Clarissa Durizzotto: due musicisti che hanno tutte le caratteristiche per interagire in tempo reale con le suggestioni create dai due disegnatori vista la loro esperienza trasversale nei generi musicali come il rock, la neo-psichedelia, il jazz e la propensione per l’improvvisazione. In quasi vent’anni di sperimentazioni, collaborazioni musicali ed artistiche Marco Fumis ha sviluppato uno stile unico, che trova ispirazione nelle sonorità ’60 e ’70 attualizzandole con suoni vicini alla musica ambient e contemporanea. Clarissa Durizzotto, dopo aver suonato in varie orchestre e formazioni di musica da camera, si interessa alla musica jazz studiando con Daniele D’Agaro e collaborando con Claudio Cojaniz. Visioni sonore offre al pubblico uno spettacolo coinvolgente e stupefacente per la semplicità, la ricchezza emotiva e l’abilità di questi artisti, un appuntamento dove incanto e fascino saranno protagonisti. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!