L’operetta di tutte le operette

25 Febbraio 2015

GRADO. “Te la canto io…l’operetta” è la nuova produzione dell’Associazione Internazionale dell’Operetta FVG di Trieste, ente da oltre vent’anni protagonista della “piccola lirica”. Il Circuito Ert ospiterà lo spettacolo venerdì 27 febbraio alle 20.45 all’Auditorium Biagio Marin di Grado, una piazza che da sempre per l’operetta ha un debole. Il testo e la regia sono del tenore Andrea Binetti che sarà protagonista sul palco al pari di Marzia Postogna (cantante e attrice), Gabriela Thierry (soprano), Mathia Neglia (tenore) e il pianoforte di Maurizio Baldin.

Te la canto io l'operetta (finale)In uno studio televisivo sono in corso le prove per l’ultima puntata di una serie di grande successo. Sotto i riflettori e l’attento sguardo del regista, i quattro artisti si confrontano e si scontrano sul testo che dovranno recitare. In particolare tra il conduttore e la soubrette corre una certa conflittualità che genera situazioni comiche. La coppia di cantanti, tenore e soprano, osserva e commenta distaccata i piccoli dissidi dei loro colleghi. Il regista, dalla cabina di regia, lancia i suoi strali, le sue invettive, gli ammonimenti, e imposta il percorso del programma.

In Te la canto io… l’operetta non si racconta una storia vera e propria, i brani d’operetta proposti suggeriscono aneddoti e battute esilaranti, la memoria degli artisti di un’epoca scomparsa, i racconti della tradizione si srotolano attraverso i dialoghi dei protagonisti. I brani eseguiti nel corso dello spettacolo sono tratti dalle operette più famose del vasto panorama della piccola lirica: dalle danubiane La vedova allegra, La principessa della Csardas, Al cavallino bianco, La danza delle libellule, Ballo al Savoy, alle italiane più amate e conosciute dal pubblico: Il paese dei campanelli, Scugnizza, Cin Ci Là e La duchessa del Bal Tabarin. Il tutto eseguito nei costumi autentici di scena.

Te la canto io l'operetta (Postogna e Binetti finale)Il vero deus-ex-machina di questo lavoro è Andrea Binetti, artista triestino che nel mondo dell’operetta ha debuttato giovanissimo nella compagnia di Sandro Massimini con Il paese dei campanelli e Al cavallino bianco. Ha lavorato anche in Profumo d’operetta accanto a Gino Bramieri, con la regia di Pietro Garinei, per il Teatro Sistina di Roma e nella compagnia milanese di Roberto Brivio in La vedova allegra. Ha al suo attivo concerti e produzioni liriche in teatri prestigiosi quali L’Arena di Verona, La Fenice di Venezia, il Verdi di Trieste, L’Opera di Parigi, accanto a nomi come Placido Domingo, Katia Ricciarelli, Fiorenza Cedolins, Andrea Bocelli e Milva. Ha partecipato a diverse produzioni del Festival Internazionale dell’Operetta di Trieste con protagonisti del calibro di Daniela Mazzucato, Max René Cosotti, Elio Pandolfi e Gino Landi, oltre ad essere stato protagonista di numerose produzioni dell’Associazione Internazionale dell’Operetta FVG, fra cui la prima edizione italiana di Gasparone di Karl Millocker.

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it e chiamando la Biblioteca Comunale Falco Marin di Grado (0431.82630).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!