Lingue minoritarie cantano

14 Novembre 2014

UDINE. È tempo di Suns 2014. Il Festival de cjançon in lenghe minoritarie, nato in Friuli nel 2009, ritorna a Udine per la sua sesta edizione. L’appuntamento è per sabato 15 novembre al Teatro Palamostre, con inizio alle 21. Nella serata finale della rassegna dedicata alla creatività musicale nelle lingue di minoranza dell’Europa alpina e mediterranea (Croazia, Slovenia, Austria, Italia, Svizzera e Francia), promossa dall’ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane) e affidata all’organizzazione di Radio Onde Furlane e del Progjet Suns anche con la collaborazione del Comune di Udine, saranno presentati dal vivo otto brani da parte di altrettanti gruppi o solisti. Inoltre è prevista l’esibizione di un gruppo ospite.

I finalisti di Suns 2014 sono espressione delle comunità di lingua friulana, sarda, ladina, romancia, occitana, francoprovenzale e croata. Il Friuli è rappresentato da Aldo Sbadiglio e la Famiglia Ananas in Vacanza a Dresda, che qualche settimana fa hanno pubblicato il loro nuovo album Ljuba Toast Cricket Club, e da Elsa Martin, autrice ed interprete assai apprezzata anche fuori regione, che lo scorso 25 ottobre ha ricevuto il premio della critica al concorso ‘Bianca d’Aponte’ di Aversa. Dalla Val di Fassa e dal Cantone dei Grigioni in Svizzera arrivano in finale due interessanti esempi di canzone d’autore: si tratta, rispettivamente, della giovanissima cantautrice ladina Martina Iori, che mostra già una spiccata personalità sebbene sia appena diciottenne, e di Pascal Gamboni, attivo da più di un decennio nella produzione musicale in romancio, sia in patria che nel Regno Unito.

Sul palco del Palamostre sarà presente anche la lingua d’oc, declinata mescolando rock e folk dai Lou Tapage, band che giunge dalle Valli occitane del Piemonte, mentre Billy Fumey presenterà un brano nel francoprovenzale della Franche Comté. Per la prima volta a Suns ci sarà anche un gruppo espressione della minoranza linguistica croata del Molise: sono giovanissimi e si chiamano Kroatarantata. Non manca neppure quest’anno un gruppo espressione del vivace panorama musicale in lingua sarda. Si tratta dei Ratapignata, formazione che già da anni abbina con risultati interessanti la lingua propria a suoni e ritmi reggae, ska, rock e funk.

Proviene dalla Sardegna anche il gruppo ospite della serata, i ForeFingers Up!, formazione nata dall’esperienza dei Balentia, pionieri dell’hip hop in sardo. Gli isolani hanno vinto la passata edizione di Suns e per questo sono destinati a partecipare alla finale 2014 del Liet International, il festival dedicato alla musica nelle lingue minoritarie dell’intero continente, in programma il prossimo 12 dicembre a Oldenburg, nella Germania settentrionale. Alla medesima manifestazione prenderà parte anche il gruppo o solista che, in base al giudizio della giuria internazionale presente a Udine, vincerà Suns 2014.

Prima e dopo la serata di sabato sono in programma altri due eventi legati a Suns 2014, in cui sono protagoniste la musica e la diversità linguistica. Venerdì 14 novembre, al Bar del Visionario, con inizio alle 18, l’appuntamento è con Suns@Visio, aperitivo dedicato alla musica da vedere, da ascoltare e… da leggere, poiché sarà presentato, per la prima volta in Friuli, il libro di Marco Stolfo, “Occitania, Friuli, Europa. La mia lingua suona il rock”. Domenica 16 novembre, con inizio alle 18, ci sarà un concerto da non perdere al Palamostre, con Loris Vescovo che presenterà ‘live’ Penisolâti, il suo cd fresco vincitore della ‘Targa Tenco’, il riconoscimento più importante per la canzone d’autore in Italia.

La partecipazione a Suns 2014 è gratuita. La serata di sabato sarà anche trasmessa in diretta da Radio Onde Furlane sui 90 Mhz in gran parte del Friuli, sui 90.2 e i 106.5 Mhz in Carnia, sui 96.6 Mhz a Colonia Caroya, in Argentina, e ovunque via internet all’indirizzo www.ondefurlane.eu. Altre info in rete: www.sunscontest.com.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!