Lezione-concerto con Corrado Rojac

24 Ottobre 2014

Corrado RojacPORDENONE – Un grande solista impegnato in una lezione-concerto dedicata all’antica armonica a mantice, antenata della fisarmonica, recentemente riscoperta, con uno sguardo rivolto anche al sociale. Sono questi gli ingredienti de La prima fisarmonica, serata inaugurale del Fadiesis Accordion Festival, in programma venerdì 24 ottobre alle 20.45 nel convento di san Francesco a Pordenone, con ingresso libero, che ospiterà la raccolta fondi a favore della Lega italiana fibrosi cistica ass. Fvg.

Il triestino Corrado Roiac, svelerà i suoni e i segreti dell’armonica a mantica ricostruita i base ai documenti ritrovati Fondo musicale Giuseppe Greggiati di Ostiglia, con tanto di metodo musicale, scritto dallo stesso Greggiati che si adoperò per migliorare uno strumento in suo possesso di origini viennesi, dando vita di fatto alla prima fisarmonica italiana.

Roiac condurrà la sua esposizione tra notizie, curiosità e dimostrazioni partiche, dando un assaggio del metodo musicale di Greggiati che, scritto nel 1842, rappresenta un unicum con le sue 33 lezioni di tecnica strumentale, centinaia di esercizi e 50 brani che ne inaugurano il repertorio: dagli studi di matrice pianistica, alle forme e stilemi del melodramma italiano fino alla musica d’intrattenimento dell’epoca (valzer viennese e Salonmusik di gusto biedermeier.

Corrado Rojac, pioniere nello studio di questa armonica a mantice è stato il primo Italiano a diplomarsi in fisarmonica in un conservatorio statale e uno dei primi docenti di tale strumento nei conservatori. Ha suonato per le istituzioni musicali italiane più prestigiose, tra cui il Teatro Regio di Torino, l’Arena di Verona, La Fenice di Venezia, la Società dei concerti di Trieste, l’Accademia filarmonica di Bologna. Numerose anche le sue affermazioni all’estero (da Salisburgo a Pechino). Ha contribuito notevolmente allo sviluppo della letteratura contemporanea per fisarmonica (con lezioni anche alla Harvard University di Boston), e svolge anche attività compositiva (suoi brani sono stati eseguiti in importanti festival internazionali), con interessanti aperture anche alla musica elettronica.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!