Le madri della Repubblica

6 Marzo 2014

CORMONS. Sabato 8 marzo, alle 18, nella Sala Civica di Cormons (Palazzo Locatelli piazza 24 maggio) appuntamento dedicato a tutte le donne organizzato da èDonna in collaborazione dal Comune di Cormons e l’Associazione Culturaglobale, in collegamento con CormònsLibri Festival del libro e dell’informazione. Il libro “Le leggi delle donne che hanno cambiato l’Italia”, pubblicato a cura della Fondazione Nilde Jotti, sarà lo spunto per parlare delle donne nella vita politica di oggi in Italia.

Se non ci fossero state le donne, in questa nostra Repubblica, e le loro tenaci battaglie di emancipazione e liberazione – condotte attraverso un intreccio fecondo di iniziative delle associazioni, dei movimenti, dei partiti, delle istituzioni –, l’Italia sarebbe oggi un Paese molto più arretrato e molti articoli della Costituzione non sarebbero stati applicati. Attraverso le voci delle tante volontarie della Fondazione Jotti che hanno scritto e curato questo libro, si ripercorreranno in modo rigoroso e semplice le tappe ed i contenuti delle conquiste legislative dall’inizio della Repubblica alla conclusione dell’ultima legislatura, che hanno cambiato la vita delle donne e l’assetto economico, sociale e culturale del nostro Paese.

Il libro racconta la battaglia per il diritto di voto e le “madri della nostra Repubblica” (le donne elette nell’Assemblea Costituente che diedero un contributo rilevante alla stesura della Costituzione), cita gli articoli che più hanno favorito il cambiamento nella vita delle donne, illustra i contenuti delle leggi dal 1950 al 2012, per concludersi con una rassegna delle tappe e dei provvedimenti più significativi adottati dall’Unione Europea perché la battaglia delle donne è oggi e sempre più sarà proprio a livello europeo.

Interverrà Paola Schiratti presidente del Comitato Donne Resistenti, consigliera della Provincia di Udine dal 2008 al 2013, che da sempre ha dedicato la propria attenzione alla condizione delle donne sia in famiglia che nel mondo del lavoro. Lavorando nel mondo della scuola ha cercato di trasmettere ad allieve e allievi la passione per lo studio e per la ricerca come metodo per crescere cittadine e cittadini consapevoli dei propri doveri e dei propri diritti, incoraggiando la conoscenza della storia locale e favorendo l’incontro con i protagonisti delle vicende del Novecento friulano. Da queste esperienze sono nati il libro “Io donna nel tempo” e il film “Cercando le parole”.

Introdurrà il tema Luciano Patat, Sindaco di Cormons e storico, che in questa ultima veste si è occupato del lavoro femminile nelle filande sul territorio cormonese nel primo periodo del Novecento. Conduce Lorena Fain, ufficio Cultura Comune di Cormòns con la partecipazione di Eugenia Ceschiutti del Ventaglio d’arpe del Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. All’iniziativa collaborano anche le associazioni Amis da Mont Quarine, E’ qua e Piccola Accademia.

A conclusione della serata, a tutti gli intervenuti, sarà offerto un aperitivo con i prodotti equosolidali della Botteghina dell’equomondo di Cormons.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!