La Via della Musica propone otto incontri didattici

19 Settembre 2019

Collegium Pro Musica

MALBORGHETTO. Sabato 21 settembre alle 11 a Palazzo Veneziano di Malborghetto, prende il via la seconda grande sessione del progetto Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020 HEurOpen “La Via della Musica / Straße der Musik”, che mette in rete nel nome dell’arte dei suoni Carnia, Valcanale e Carinzia, grazie all’impegno degli enti partner quali l’Uti della Carnia, il Comune di Malborghetto-Valbruna, la Fondazione Luigi Bon (Lead partner) e l’associazione Via Julia Augusta.

Dopo la prima fase avvenuta quest’estate che ha visto la costituzione dell’orchestra giovanile alpina HEurOpen, con tre seguitissimi concerti nelle terre confinanti aderenti al progetto, il secondo step vede la realizzazione di ben otto incontri didattici nelle scuole, in collaborazione con diversi istituti comprensivi, con lezioni concerto e la partecipazione di musicisti e docenti esperti per favorire l’interscambio tra culture secondo il tema “cultura musicale oltre i confini”.

Il primo degli incontri è sabato 21 settembre a Palazzo Veneziano di Malborghetto, per una lezione-concerto che vedrà la partecipazione di una quarantina di studenti dell’Istituto Omnicomprensivo di Tarvisio, i quali verranno introdotti nelle “Meraviglie del Barocco”, come recita il titolo dell’incontro, grazie all’ensemble Collegium Pro Musica con Stefano Bagliano al flauto dolce, Fabio Missaggia al violino e Carlo Zanardi al violoncello, con musiche di compositori nati o che hanno operato con particolari esiti in territorio genovese: Agostino Guerrieri, Michelangelo Rossi, Martino Bitti e Alessandro Stradella.

Alle ore 20.30, sempre nello stesso luogo, ci sarà il concerto aperto a tutti e ad entrata libera, nella volontà di considerare la cultura musicale come un fattore di crescita e arricchimento per le popolazioni locali, nonché come elemento di valorizzazione territoriale in chiave turistica. Nella settimana successiva al concerto, agli studenti verrà riservato un altro momento con la partecipazione di un musicologo, il quale approfondirà con loro, tra teoria e pratica, quanto appreso e percepito nella lezione-concerto.

Fondato nel 1990 da Stefano Bagliano, l’ensemble Collegium Pro Musica è una formazione ad organico variabile specializzata nel repertorio barocco, nel cui settore è uno dei gruppi italiani più significativi, avendo all’attivo una ventina di registrazioni discografiche per etichette italiane e straniere e concerti in tutta Europa, Usa, Canada, Giappone, Cina, Israele e Turchia.

Condividi questo articolo!