La Trieste multietnica si racconta con poesia e danza

18 Marzo 2015

TRIESTE. Un caleidoscopio di lingue e culture differenti, per raccontare attraverso la poesia e la danza il carattere multietnico della città giuliana. S’intitola Linguaggi e Culture a Trieste l’appuntamento di mercoledì 19 marzo alle 17.30 all’Auditorium della Sala Beethoven, in via del Coroneo 15, che vedrà la partecipazione di poeti e poetesse appartenenti alle principali etnie che popolano la nostra città, dell’Associazione Culturale Pontes/Mostovi e del Gruppo Radici Colombiane.

n51Realizzato in collaborazione con la consulta degli immigrati del Comune di Trieste, l’evento si inserisce nel ricco programma della Festa della Letteratura e della Poesia, che culminerà domenica 22 marzo con le premiazioni del Concorso Internazionale di Poesia e Teatro “Castello di Duino”. E proprio il tema del Concorso, “…dopo il viaggio”, sarà il filo conduttore delle letture proposte per l’occasione. Tra le voci che si potranno ascoltare ci sarà quella della poetessa Tea Sala, che proporrà alcune poesie in serbo, e di Lili Radoeva Destradi, con una selezione di poesie bulgare, di Leonora Buçinca dal Kosovo, di Sania Sirec, con poesie slovene e croate. E inoltre poesie della tradizione iraniana e greca. La colonna musicale della manifestazione sarà data dalle danze e dai cori della musica popolare serba, a cura dell’Associazione Culturale Pontes/Mostovi, e colombiana, con il Gruppo Radici Colombiane. Parteciperanno allo spettacolo anche tanti giovani poeti, giunti a Trieste da tutto il mondo in occasione del Concorso “Castello di Duino”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!