La Suite per Pier Paolo in prima nazionale a Casarsa

26 Febbraio 2016

CASARSA. Si apre con una straordinaria dedica musicale a Pier Paolo Pasolini l’edizione 2016 del progetto Maqôr, promosso dall’Associazione don Gilberto Pressacco: “Suite per Pier Paolo” titola il concerto che vedrà protagonista Glauco Venier, compositore-pianista friulano di fama internazionale, insignito due anni fa del Premio Maqôr Rusticitas. In prima esecuzione nazionale e in sinergia con il Centro Studi Pier Paolo Pasolini e la Provincia di Pordenone il concerto sarà eseguito sabato 27 febbraio alle 21, al Teatro Comunale Pier Paolo Pasolini di Casarsa. La “Suite per Pier Paolo” prevede musiche originali rilette da Glauco Venier in omaggio a Pasolini, tratte quindi da alcune liriche friulane del giovane Pier Paolo e di altri autori che, come Federico Tavan, Amedeo Giacomini e Novella Cantarutti, sono stati variamente suggestionati dall’esempio pasoliniano e ne hanno personalizzato il modello poetico.

Glauco Venier

Glauco Venier

Glauco Venier sarà affiancato dalla voce-jazz di Alba Nacinovich, cantante fiumana, dal contrabbasso di Alessandro Turchet e dalla batteria di Luca Colussi. Una formazione originale che, per un’ora di spettacolo, sarà impegnata a trasferire in evocazione sonora una partitura in forma di suite sulla traccia dell’opera di grandi voci della poesia e letteratura friulana. Completa il programma il particolare arrangiamento riarmonizzato di alcune villotte e di alcuni canti popolari (immancabile un “Ballo furlano” da Mainerio), perle di un’anonima e antica tradizione canora in cui, anche secondo Pasolini, l’anima segreta del Friuli trova la sua espressione più autentica.

«Questa produzione musicale – spiega Flavio Pressacco, presidente dell’Associazione Don Gilberto Pressacco – rappresenta il momento culminante delle iniziative legate al Premio Maqôr che, in nome dei valori della “rusticitas”, hanno incoronato nel 2014 proprio Glauco Venier e nel 2015, accanto a Federico Rossi dell’Associazione Colonos, anche il Centro Studi Pasolini di Casarsa, nella persona del suo direttore Angela Felice. Un eccezionale appuntamento favorito dalla stretta collaborazione tra la nostra Associazione, il Centro Studi Pier Paolo Pasolini e il Comune di Casarsa. Il progetto trova inoltre il sostegno della Regione e delle Province di Pordenone e Udine». L’ingresso è libero.

Condividi questo articolo!