La Giornata della Memoria: una mostra allo Stringher

5 febbraio 2015

UDINE. Col 30 gennaio sono iniziate nell’atrio dell’Istituto “Bonaldo Stringher” di Udine le visite in anteprima alla Mostra sul Giorno del Ricordo, con alcune classi quarte del settore enogastronomia, accompagnate dai rispettivi professori. La visita si è svolta in presenza di Anna Maria Zilli, Dirigente scolastico della scuola e di Isabella Costantini, vice preside.

La valigia del ricordo

La valigia del ricordo

La mostra contiene alcuni originali pannelli composti con interviste degli allievi ad esuli istriani, sotto la guida dei docenti del Laboratorio di Storia, come le professoresse Maria Pacelli e Adriana Odorico. Sono in esposizione anche alcune piccole opere d’arte, come le pitture intitolate “La morte rosea, Shoah, lager e foibe” di Cheyenne Degano, della classe 4^ E Enogastronomia. Poi c’è un dittico intitolato “La valigia del ricordo”, opera delle allieve Sara Mesaglio e Aida Ahmetovic, della classe 4^ B Tecnico del Turismo. L’opera è una vera valigia con collage, pastello e guarnizioni varie, a cura della professoressa Martina Bragagnini, di Storia dell’Arte.

La rassegna verrà inaugurata per il pubblico il 7 febbraio prossimo in occasione del convegno su “Il Campo Profughi Istriani di Udine 1945-1960”, in collaborazione e col patrocinio dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD), Comitato Provinciale di Udine, presidente ing. Silvio Cattalini, che porterà il saluto ufficiale e una sua testimonianza personale sull’esodo dalmata. L’attività rientra nel programma del Laboratorio di Storia dell’istituto udinese, di cui è referente il professor Giancarlo Martina.

Sempre il giorno 7 febbraio, dalle 9 alle 11 si terrà la presentazione del volume “Ospiti di gente varia. Cosacchi, esuli giuliano dalmati e il Centro di Smistamento Profughi di Udine 1943-1960”. Saranno presenti gli autori, i professori Roberto Bruno, Elisabetta Marioni, Giancarlo Martina ed Elio Varutti. Editore: Istituto Statale d’Istruzione Superiore “B. Stringher” Udine, 2015. Dialogherà con gli autori lo scrittore Mauro Tonino, autore del romanzo sulle foibe e sull’esodo istriano intitolato Rossa terra, Pasian di Prato (UD), Orto della Cultura, 2013.

La mostra sul Giorno del Ricordo sarà aperta fino al 31.3.2015. Orari di visita: da lunedì a venerdì ore 8,30-13 e ore 15-18. Sabato ore 8,30-14,30. Libro, mostra e convegno fanno parte del progetto, sostenuto dalla Fondazione Crup, “Il secolo Breve in Friuli Venezia Giulia”, che ha ottenuto il patrocinio di: Provincia di Udine, Comune di Udine, Club UNESCO di Udine, Società Filologica Friulana, ANED, ANVGD e del Comune di Martignacco.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!