La 12ma notte a Monfalcone

21 Febbraio 2016

MONFALCONE. Il cartellone di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone vede protagonista, martedì 23 e mercoledì 24 febbraio alle ore 20.45, Carlo Cecchi, il più moderno fra i grandi interpreti del teatro italiano, nella doppia veste di regista e interprete de La dodicesima notte di William Shakespeare, nella traduzione della poetessa Patrizia Cavalli.

ronchi-cecchi-iubatti_IMG_0931@alessandro cecchiRealizzato da Marche Teatro in coproduzione con il Teatro Franco Parenti, lo spettacolo vede in scena, al fianco di Cecchi, un nutrito ed energico gruppo di attori (Daniela Piperno, Vincenzo Ferrera, Eugenia Costantini, Dario Iubatti, Barbara Ronchi, Remo Stella, Loris Fabiani, Federico Brugnone, Davide Giordano, Rino Marino, Giuliano Scarpinato) e quattro musicisti (Luigi Lombardi d’Aquino, Alessandro Pirchio, Alessio Mancini e Federico Occhiodoro). A giocare, infatti, un ruolo importante nella messinscena della commedia shakespeariana è la musica, che porta la prestigiosa firma di Nicola Piovani ed è eseguita dal vivo.

Carlo Cecchi ha esplorato molte volte l’opera di Shakespeare (Amleto, Sogno di una notte d’estate, Misura per misura). Con il Teatro Stabile delle Marche, di cui è artista di riferimento dal 2003, ha in repertorio come regista e interprete, fra gli altri, Sei personaggi in cerca d’autore di Pirandello, Tartufo di Molière, Sik Sik l’artefice magico di Eduardo De Filippo. Nel 2013 ha interpretato, diretto da Mario Martone, La serata a Colono di Elsa Morante, spettacolo che gli è valso il Premio UBU come Miglior attore protagonista.

Commedia corale fondata sugli equivoci e sugli scambi di identità e di genere, La dodicesima notte è una malinconica pièce sull’amore, che intreccia comicità e amarezza. Cecchi la rilegge con grande rigore, dando corpo alla bella traduzione di Patrizia Cavalli, puntuale ma al contempo pronta a dare suggestioni contemporanee alle parole cinquecentesche. I diversi intrecci che animano il racconto prendono vita sulla pedana rotante al centro della scena (invenzione di Sergio Tramonti), che muove tutto e tutti come se fosse la ruota della vita. Deus ex machina della commedia è il maggiordomo Malvolio, personaggio che permette a Cecchi di orchestrare un gioco attoriale straordinario, fra movenze comiche e cupa severità. La sua interpretazione si rivela una vera e propria chiave di lettura dello spettacolo: una commedia leggera di intrighi e sentimenti, che nasconde però l’abisso dell’infelicità umana.

Biglietti in vendita presso: Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17-19), ERT di Udine, Biblioteca Comunale di Monfalcone, prevendite Vivaticket e on line su www.vivaticket.it. La Biglietteria del Teatro accetta prenotazioni telefoniche.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!