Illarionov, giovane e brillante

17 Novembre 2011

Protagonista del concerto di venerdì 18 novembre (ore 20.45, Convento di San Francesco) del Festival Chitarristico Internazionale del Friuli Venezia Giulia promosso dall’associazione Farandola, è Dimitri Illarionov, uno dei giovani chitarristi più brillanti della sua generazione, vincitore in più di 20 concorsi internazionali in Usa, Spagna, Italia, Polonia, Russia, distinguendosi in particolare in due dei concorsi chitarristici più prestigiosi al mondo: Il Guitar Foundation of America e il Concorso Internazionale Francisco Tárrega (vinto per la prima volta in 42 anni da un russo). Come chitarrista ha una un’intensa attività concertistica, spesso in veste di solista con orchestra, ma si dedica anche alla composizione e alla direzione. Famosi compositori gli hanno dedicato proprie opere, tra cui Angelo Gilardino e Nikita Koshkin. A Pordenone porta un programma molto articolato. La prima parte “East Side Story” espressamente dedicata ai temi popolari russi di autori per lo più contemporanei tra cui anche Koshkin. La seconda parte è interamente votata alla Ciaccona di Bach. La terza si concentra sui chitarristi compositori: Tárrega con il lento e sensuale Capricho Árabe e il Carnival of Venice (da Paganini). Dove vengono sfruttate tutte le risorse della chitarra (armonici, glissandi, pizzicati, arpeggi..); Barrios Mangoré con La Catedral, dedicata alla cattedrale di Cuba, che ricalca gli stilemi della musica barocca e Las Abejas, omologa al celebre Volo del Calabrone di Rimskij-Korsakov, che riproduce il ronzio delle api. Chiudono la serata due danze (Valse en skaï e Tango en skaï) di Roland Dyens.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!