Il Piccolo Festival Fvg al via nelle dimore da sogno

28 Giugno 2014

Al via la settima edizione del Piccolo Festival Fvg, che dal 4 al 27 luglio offrirà un programma musicale variegato e di qualità nelle “Dimore da sogno” del Friuli Venezia Giulia: castelli, ville e palazzi storici. Ed è proprio il sogno il fil rouge della manifestazione, al quale quest’anno sono dedicate tre sezioni musicali distinte: Concerti da Sogno, Voci da Sogno e Opere da Sogno.

Castello di Buttrio

Castello di Buttrio

Organizzato con il patrocinio dell’Istituto Regionale delle Ville Venete l’Associazione Ville Venete, il Piccolo Festival Fvg si svolgerà nei più bei castelli e ville della Regione: il Castello di Spessa, Villa Manin, Villa Deciani a Cassacco, il Castello di Zucco a Faedis, il Castello di Buttrio e il Castello di Udine, Museo Revoltella di Trieste e l’ex Chiostro di San Francesco di Pordenone. Un programma ricco e dalle grandi potenzialità turistiche, grazie al coinvolgimento di un tour operator specializzato, Cividin Viaggi di Trieste, e con la collaborazione di Turismo Fvg per la creazione di percorsi turistico-musical-gastronomici assolutamente inediti. Il partenariato include anche Confindustria Udine e la Federazione Banche di Credito Cooperativo FVG e consociate con cui è stato creato un ormai pluriennale sistema inedito di sostegno e partecipazione agli eventi.

Castello di Spessa

Castello di Spessa

«Molti parlano di valorizzazione turistica – spiega il direttore artistico Gabriele Ribis –. Il Piccolo Festival l’ha realizzata a livello internazionale con Tourism Project Italy di Cremona e in Regione con l’agenzia Cividin viaggi e Fvg Via dei sapori. Purtroppo abbiamo dovuto contenere il programma per la riforma del sistema culturale che, in attesa dei bandi, non ci ha garantito il sostegno per la nostra consueta produzione d’opera. Ma voglio essere fiducioso che, dopo quest’anno di assestamento, saranno riconosciuti coloro che offriranno progetti di qualità con sinergie locali e internazionali come il Festival ha sempre fatto».

Si partirà con la sezione Concerti da Sogno: il 4 luglio al Castello Di Spessa – in occasione del Premio Casanova – “Sogno di una notte di mezza estate”. Un’inedita prova attoriale con Maria Sole Mansutti e Luciano Roman, entrambi attori friulani conosciuti per la loro presenza sullo schermo televisivo e cinematografico, che ricreeranno la magica atmosfera della commedia shakespeariana con le musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy grazie all‘Orchestra dell’Accademia Musicale di Schio (Vicenza), il Piccolo Coro Artemia di Torviscosa diretto dal M° Denis Monte, il soprano Yasko Fujii e Cecilia Bernini, mezzosoprano, insieme al direttore d’orchestra Eddi De Nadai. Sogno di una notte di mezza estate replicherà il 17 luglio a Villa Manin di Passariano.

Luciano Roman

Luciano Roman

Il 5 luglio invece sarà la volta di “Violoncelli in Castello”, con il Venice Cello Ensemble al Castello di Zucco a Faedis su musiche di Bach, Mozart, Pachelbel, Dvorak, Barber, Verdi, Strauss, Sollima. Il 19 luglio andrà in scena “Vienna Café concerto” con il viennese Trio92&Friends nell’ambito di Udine Estate al Castello di Udine e con replica la sera successiva a Castelvecchio di Sagrado. Il 26 luglio invece “Clarinet Rêverie” all’ex Chiostro San Francesco di Pordenone, con Giampiero Sobrino al clarinetto e il Quartetto Fauves nell’ambito di Pordenone Estate in Città.

Per la sezione “Voci da Sogno” la manifestazione dedicherà il 10 luglio a Villa Gallici Deciani a Montegnacco di Cassacco, l’atteso “Sogni, visioni e malie” con Paolo Rumetz, celebre baritono triestino ormai di fama mondiale e Sabina Arru al pianoforte. Un’altra “voce da sogno” allieterà il pubblico il 18 luglio al Castello di Buttrio con “Once upon a dream” (C’era una volta un sogno) su musiche di Copland, Gershwin, Bernstein, Weill, Mancini e la voce di Lorna Windsor, soprano accompagnata da Antonio Ballista al pianoforte.

Infine gran finale il 27 luglio per la sezione “Opera da Sogno” al Museo Revoltella di Trieste con “Opium Rhapsodie”. L’opera, nell’ambito di Trieste Estate, si articola sulla musica di Francis Poulenc con testi di Jean Cocteau e Max Jacob. Il direttore artistico del Piccolo Festival Fvg Gabriele Ribis è ideatore e curatore della regia di questa produzione che vede il coinvolgimento dell’Orchestra da camera Ferruccio Busoni, Massimo Belli come Direttore d’orchestra e con Gabriele Ribis e Thomas Morris, per la coreografia di Corrado Canulli.

Per le prenotazioni è attivo il servizio di biglietteria elettronica: Liveticket Biglietterie Siae: http://www.liveticket.it/piccolofestivalfvg
Info e programma: www.piccolofestival.org

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!