Il Medioevo in Sardegna

14 Novembre 2014

UDINE. Si chiama “Seguendo le tracce degli antichi… special” la serie di incontri – voluti dalla Società friulana di archeologia – che hanno la particolarità della collaborazione con altre associazioni regionali e italiane perché è importante cooperare per far conoscere la cultura in ogni suo aspetto. In questo caso la conferenza verrà svolta nella sede del Circolo Sardi “Montanaru” di Udine – Via delle Scuole n. 13 ai Rizzi (Udine) Sabato 15 novembre alle 17.30.

Dopo i saluti dei presidenti delle due associazioni, Maurizio Buora (Società Friulana di Archeologia) farà una breve introduzione sull’archeologia della Sardegna, mentre Maily Serra (Università degli Studi di Cagliari) svilupperà il tema “Villaggi rurali medievali tra abbandoni e continuità di vita: il caso delle curatorie di Trexenta e Siurgus (Sardegna centro-meridionale)”. Lo studio degli insediamenti è uno dei temi più noti dell’archeologia medievale. A partire dagli anni Cinquanta del secolo scorso l’attenzione di storici e archeologi per il panorama dei villaggi medievali scomparsi ha dato origine ad un importante filone di ricerca di carattere europeo. Solo in tempi molto recenti, tuttavia, gli archeologi che operano in Sardegna si sono dedicati allo studio di questi abitati.

Condividi questo articolo!