Galileo, uomo e scienziato

8 Dicembre 2014

SACILE. L’ultimo appuntamento del festival Musica Antica di Sacile mette il sigillo sull’edizione del 2014 dedicata al genio di Galileo Galilei, celebrato nella ricorrenza dei 450 anni dalla sua nascita. Martedì 9 dicembre la chiesa di San Gregorio accoglierà infatti la pièce “VITA DI GALILEO”, spettacolo di musica e letture costruito sulla traccia del famoso testo di Bertold Brecht, ma con l’inserto anche di altri autori che alla filosofia della natura, all’osservazione degli astri, all’appassionata speculazione sul ruolo dell’uomo nell’universo e sul suo destino hanno dedicato pagine vibranti nei secoli. Gli attori Stefano Panzeri e Alberto Fasoli daranno voce alle parole di Brecht, insieme a pagine di Margherita Hack, Giacomo Leopardi, Achille Campanile, Primo Levi, accompagnati sul palco dai cameristi dello Janas Ensemble, con Lorenzo Cavasanti (flauto dolce e traversiere), Andrè Lislevand (viola da gamba) e Paola Erdas (clavicembalo).

La selezione musicale proposta sottolinea con forza la ricostruzione della vicenda biografica di Galileo e le sue più esaltanti intuizioni scientifiche, con tutte le conseguenze che ne scaturirono, fino al processo del Sant’Uffizio e all’abiura. Composizioni coeve di Jean-Féry Rebel, Marin Marais, Antonio Valente e Benedetto Marcello completeranno alla perfezione il quadro culturale tracciato dal festival organizzato da Barocco Europeo che, seguendo il filo di arte, scienza e filosofia, ha saputo mettere in luce le novità di un periodo fecondo di trasformazioni storiche e stilistiche, dalla musica a tutti i campi del sapere umano.

Inizio spettacolo alle ore 20.30 con ingresso libero.

Condividi questo articolo!