Donne di fiori a Grado

29 Giugno 2015

GRADO. Sarà il palazzo dei congressi di Grado a ospitare quest’anno la cerimonia di premiazione della “Donna di fiori”, il premio internazionale che vanta l’alto patronato del Presidente della Repubblica. Il premio, giunto alla quinta edizione, è promosso dalla Scuola Fioristi Fvg di Isola Morosini (località in comune di San Canzian d’Isonzo, in provincia di Gorizia), eccellenza regionale nel campo del design floreale, con la collaborazione di numerose istituzioni e realtà locali. Martedì 30 giugno alle 20.30 si terrà l’attesa cerimonia di consegna dei premi. Sei donne riceveranno il premio alla carriera: Giulia Mafai, costumista di teatro, donna di fiori nella carta; Anna Nascimben, polistrumentista, donna di fiori nell’arte; Isabella Balena, fotografa, donna di fiori nel mondo; Annalisa Giordano, agronoma, donna di fiori nella natura; Annamaria Poggioli, presidente regionale della commissione pari opportunità, donna di… donna di fiori, e Alessandra Baruzzi, coordinatrice nazionale delle Lady Chef, donna di fiori nella ricerca. Quattro le menzioni speciali: Elisa Michellut, giornalista e conduttrice di programmi radio televisivi; Elisabetta Pozzetto, giornalista che lavora all’ufficio stampa della Regione; Jozica Licen, membro della Karitas Slovenia e Cristina Bonadei, giornalista e conduttrice, fino al 2014, del “Premio Donna di Fiori”.

Quest’anno, inoltre, l’Associazione Esposti Amianto di Monfalcone consegnerà un riconoscimento a Maria Teresa Visintin, una delle vedove dell’amianto, che continua ad aiutare chi ne ha bisogno. La serata, condotta dal giornalista e conduttore della Rai di Trieste, Mario Mirasola, si aprirà con un’esibizione della scuola di danza Viento Flamenco di Lucia Tosto. Sul palco Angelo Giordano voce, Michele Pucci alla chitarra, Frank de Franceschi al “cajun” e Cristina Verità al violino. Colonna sonora dell’evento “Kytarama Alma Pura” del maestro Claudio Collino.

«Il premio, istituito nel 2010, nasce dal desiderio di dare risalto alla donna nella società moderna – spiega l’organizzatrice Rossella Biasiol -. Questo evento è dedicato a tutte le donne che sono riuscite a raggiungere obiettivi importanti, nei campi più disparati. Le candidature arrivano dall’Italia e dall’estero, da enti pubblici o privati, associazioni, aziende, soggetti privati o scuole. Unico requisito per partecipare è aver compiuto 45 anni al momento della presentazione della candidatura».

Tante le personalità di spessore premiate nel corso delle cinque edizioni, da Margherita Hack a Ulderica Da Pozzo, da Renata Capria D’Aronco a Gianola Nonino, solo per citarne alcune. Tra le premiate friulane la scrittrice cervignanese Loredana Marano, “Donna di Fiori nella carta 2014”.

C. S.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!