Avvicinarsi alla musica

17 Ottobre 2014

TAVAGNACCO. L’associazione “Gli amici della musica” punta a sensibilizzare le ragazze e i ragazzi di Tavagnacco alla musica classica mediante il percorso “Giovanissimi a concerto”, svolto in collaborazione con il Comune e l’Istituto scolastico Comprensivo. Primo appuntamento domenica 19 ottobre alle 17.30, nell’Auditorium di Feletto Umberto con l’esibizione dell’orchestra d’archi La Sinfonietta di Udine, guidata dalla flautista Luisa Sello.

LA SINFONIETTA ottetto-1Saranno proposti brani di Mozart e Vivaldi, con i solisti Patrick de Ritis al fagotto, Aigerim Dautbayeva al flauto e Andjela Bratic al flauto. L’orchestra d’archi La Sinfonietta, ideata dalla flautista Luisa Sello, nasce a Udine (FVG) sotto la guida dello storico Quartetto d’archi Prazak che ne segue la crescita artistica fin dal 2011. Particolarità de La sinfonietta è quella di operare come gruppo agile e aperto alla collaborazione con musicisti di altri paesi e di creare un ‘humus’ artistico intergenerazionale ed interculturale. Ha debuttato a Vienna al Palazzo Metternich su invito dell’Ambasciata d’Italia, nel 2014 a suonato alla Cancelleria Pontificia di Roma ed è stata invitata all’Expo 2015 di Milano. Al fine di promuovere la Grande Musica presso le giovani generazioni, La Sinfonietta si è fatta promotrice di progetti per le scuole ed ha assunto il ruolo di ‘testimonial’ della città di Udine nell’opera di diffusione e promozione dell’eccellenza del Friuli.

L’ingresso è libero. Il progetto “Giovanissimi a concerto” continuerà con un altro concerto rivolto alle giovani generazioni in programma a fine dicembre.

Patrick de Ritis, nato in Francia, ha studiato con il Maestro Costatini e si è perfezionato con i maestri Milan Turkovich e Klaus Thunemann. Ha vinto numerosi concorsi e dal 1990 è primo fagotto solista dei Wiener Symphoniker. È fondatore e direttore artistico dell’orchestra da camera ‘Concertino Wien’ e dell’ensemble di fiati ‘European Wind Soloists’. Svolge una intensa attività come solista in tutto il mondo. Insegna al conservatorio di Pescara. Ha inciso diversi dischi e attualmente sono in preparazione due dischi per la casa discografica Naxos USA.

Andjela Bratic, considerata una delle più promettenti flautiste serbe, consegue il dottorato di solista da concerto all’Università Johannes Gutenberg a Mainz nella calsse del professor Dejan Gavric. Si è perfezionata con eminenti flautisti quali Irena Grafenauer, Janos Balint, Yossi Amheim e Dieter Flury. È vincitrice di concorsi internazionali ed ha suonato come solista con la Orchestra Sinfonica di Ho Chi Min City’s (Vietnam), la Symphony Orchestra della Televisione Serba, la Chamber Orchestra di Praga, la Nis Symphony Orchestra. Si è esibita in Europa, USA, Vietnam, Sud Corea. È titolare di Flauto alla “Faculty of Arts” in Nis.

Aigerim Dautbayeva, nasce ad Astana (Kazakhstan) dove compie gli studi musicali alla Kazakh National University of Arts. Suona nella “Wind Orchestra” della Filarmonica di Stato della città di Astana Akimat dal 2013 dove si è esibita svariate volte come solista. Ha vinto molti riconoscimenti internazionali tra cui due primi premi all’International Music Competition a Belgrado (Serbia) e il secondo premio al prestigioso International Competition “Shabyt” 2013 di Astana. Per i suoi meriti musicali il Governo Kazako l’ha scelta per svolgere attività musicale in Italia, che l’ha vista interprete di studi e di concerti nella regione Umbria per tutto il 2012. Innamoratasi dell’Italia e dello stile italiano, Aigerim ha scelto di approfondire la musica vivaldiana con studi barocchi dedicati e con pubblicazioni per la sua università.

Condividi questo articolo!