Arlecchino: due proposte in un unico appuntamento

2 Settembre 2015

9. HOWDUETT-1PORDENONE. Doppio appuntamento giovedì 3 settembre per il festival dell’Arlecchino errante, in un nuovo format che unisce due proposte artistiche all’interno di un unico appuntamento in due sedi contermini: alle 21 (replica alle 22.30) nella chiesa dell’ex convento di San Francesco a Pordenone, direttamente dalla Germania arriverà l’Overhead project con il suo spettacolo di teatro-danza (How to be) Almost there, di e con Tim Behren e Florian Patschovsky, in una fusione tra danza, nuove arti circensi e teatro. Un duetto al maschile riconosciuto dai grandi maestri del teatro-danza internazionale come un gioiello.

robots2Alle 21.30 nell’auditorium della Regione in via Roma il concerto fantascientifico, con tributi letterari e musicali, di Sebastiano De Gennaro e intitolato All my robots. Un omaggio musicale al genere e in special modo a quella fantascienza alla Isaac Asimov in grado di dimostrare quanto l’immaginazione sia il primo, indispensabile passo nell’evoluzione delle cose del mondo. De Gennaro per queste sue composizioni dichiara influenze di Olivier Messiaen e György Ligeti, di Raymond Scott, di Skrillex e di John Cage. Proprio di Cage, in esclusiva e in connessione con il tema Muz_Akt il concerto includerà il brano Dream nonché la proiezione video di alcune performance.

Venerdì 4 settembre sempre all’ex convento alle 21 lo spettacolo comico intriso di ritmo e musica Le Gemelle Mejerchold, di e con Francesca Airaudo e Giorgia Penzo per la regia di Davide Schinaia e la musica dal vivo di Tiziano Paganelli (produzione Città teatro). Olga e Manolita, in arte le Gemelle Mejerchold, sono le pseudo cantanti protagoniste di quest’opera clownesca: hanno iniziato per caso ad esibire l’ugola insieme, e non si sono mai più lasciate, nonostante le continue lotte per rubarsi la scena.

Sabato 5 settembre l’ex convento alle 19 ospiterà lo spettacolo per bambini e famiglie Rio bum bum, di e con Ugo Sanchez junior, il quale poi raggiungerà la Contrada maggiore per allietare i commensali alla cena dell’associazione Sei di Pordenone se… Attore di strada con decennale esperienza, saprà interagire in maniera divertente con il pubblico giocando le migliori carte del suo repertorio.

Domenica 6 settembre, per il progetto Luoghi di cultura viva in collaborazione con la rassegna culturale della Provincia di Pordenone Musae, alle 21 a Fiume Veneto nel parco della Casa dello studente lo spettacolo L’Odissea del Zane, canovaccio di Veronica Risatti e Claudia Contin Arlecchino (che cura anche al regia), con Veronica Risatti e Laura Mirone. Lo spettacolo sarà aperto dal benvenuto musicale di Iryna NovyKova della scuola Cem. Due maschere viaggianti della Commedia dell’Arte, la servetta Riciulina e il vagabondo Zane de Qua, vivranno le loro avventure comiche in un’Odissea amplificata sulla spiaggia simbolica di una “Itaca universale” (produzione Bottega Buffa Circovacanti).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!