A PordenonePensa in Giallo i delitti di provincia

22 Luglio 2019

PORDENONE. La strega Ciucci e il bambino furbo. Questo è il titolo della lettura animata, una fiaba per ridere della paura in calendario per martedì 23 luglio alle 17 nella Biblioteca di Torre, per la rassegna Ogni biblioteca è un’avventura a cura di Thesis nell’Estate a Pordenone.

Alessandra Viero

PordenonePensa in Giallo – rassegna all’insegna del noir firmata dal Circolo culturale Eureka in collaborazione con il Comune di Pordenone e il sostegno di Regione Fvg, Fiera di Pordenone e numerosi sponsor privati – prosegue con il doppio appuntamento di martedì 23 luglio. Alle 18.45 nella Loggia del Municipio Alessandra Viero, volto della trasmissione Quarto Grado, racconta i “Delitti di provincia”. Non mancherà la vicenda di Teresa e Trifone, i due fidanzati freddati nel 2015 nel parcheggio del palazzetto dello sport per il quale è stata confermata la condanna all’ergastolo per Giosuè Ruotolo. Negli ultimi giorni sono uscite tra l’altro nuove motivazioni che descrivono l’imputato come un killer freddo e determinato a non vedersi rovinare la carriera nella Guardia di Finanza, dal momento che Ragone aveva minacciato di denunciarlo per aver molestato la sua fidanzata.

Quindi l’omicidio di Isabella Noventa, la segretaria di Albignasego il cui corpo non è ancora stato trovato e per il cui delitto sono in carcere dal 2016 il fidanzato della donna, il ballerino autorasportatore Freddy Sorgato, la sorella complice Debora Sorgato e la tabaccaia Manuela Cacco, che ha indossato la giacca della Noventa per passeggiare in piazza Insurrezione a Padova e depistare le indagini. Viero illustra anche il caso di Gianfranco Stevanin, il mostro di Terrazzo, uno dei pochi serial killer italiani, condannato all’ergastolo per aver ucciso 5 donne tra il 1993 e il 1994, e che tra 5 anni potrebbe uscire dal carcere dopo aver scontato 30 anni. A intervistare la giornalista sarà Maurizio Dianese, giornalista d’inchiesta che conosce bene le vicende del Nordest e ha pubblicato numerosi libri soprattutto sulla mala del Brenta e le infiltrazioni mafiose.

Enrico Solito

Alle 20.45 in piazza san Marco il criminologo Massimo Picozzi intervista Enrico Solìto su Sherlock Holmes. Il neuropsichiatra infantile è uno dei massimi esperti del personaggio creato da Arthur Conan Doyle e uno degli autori che hanno scritto gli apocrifi più fedeli al canone del segugio di Baker Street. Inoltre è stato il primo italiano «ad essere nominato membro dei Baker Street Irregulars, la prima e più prestigiosa società Holmesiana nel mondo: associazione a numero chiuso che sceglie essa stessa i suoi membri andando a chiamare chi, nel mondo, abbia contribuito nei suoi studi e articoli alla diffusione della fama di Sherlock Holmes.

In caso di maltempo gli appuntamenti si svolgeranno all’ex Convento san Francesco.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!